Sedrun-Chrüzlipass

Sedrun-Chrüzlipass
LunghezzaAscesaDiscesaAltezza minimaAltezza massimaDurata approssimativa
10.18 km1262 m360 m1418 m2346 m4:30 h

Pio e Miriam con Mia (dal 30.06.18):

Dopo un lungo viaggio fino a Sedrun, oggi alle 13.30 iniziamo l'escursione al Chrüzlipass. Purtroppo Gypsie è malata e non può raggiungerci per i prossimi tre giorni.

Il Jakobsweg vero e proprio porta da Sedrun attraverso la Val Strem fino al Chrüzlipass e da lì giù alla Etzlihütte. Tuttavia, nel marzo 2016 una caduta massi nella Val Strem ha sepolto il sentiero tra Valtgeva e Bauns. La roccia è ancora instabile e c'è pericolo per la vita. Pertanto, questa sezione è chiusa a tempo indeterminato. Ci sono due alternative per raggiungere il Chrüzlipass e l'Etzlihütte. Decidiamo di prendere il sentiero attraverso l'Alp Caschlè fino a Bauns e di proseguire sulla Jakobsweg ufficiale attraverso la parte posteriore della Val Strem fino al Chrüzlipass. Questa deviazione richiede un tempo di escursione supplementare di circa 1,5 ore con alcuni metri di altitudine in più.

Dalla stazione ferroviaria di Sedrun seguiamo la deviazione segnalata della Jakobsweg verso Camischolas in superficie dura. Attraversiamo i binari della ferrovia, camminiamo su un prato appena falciato e iniziamo la salita verso l'Alp Caschlè. Una strada naturale ci porta costantemente in salita attraverso i prati. Dopo qualche curva vediamo un punto di vista con una croce e una panchina da lontano. Qui facciamo una breve pausa e ci godiamo la bella vista su Sedrun e la Val Tujetsch fino al passo dell'Oberalp. Di fronte si vede il campo del ghiacciaio del Medelsergletscher. Ormai non è rimasta molta neve, solo qualche piccolo pezzo di neve.

Le temperature sono di nuovo molto calde oggi e siamo contenti quando raggiungiamo la foresta ombrosa. Guadagniamo rapidamente altezza a zig-zag fino alla linea della foresta a Pegn dil Capi. Continuiamo a camminare tra erbe alte, rose alpine in fiore e cespugli di mirtilli. Il percorso è bellissimo e non smette mai di stupirci. Più si sale in alto, più la vegetazione è rada e più i dintorni diventano pietrosi (grandi pietre). Infine raggiungiamo l'alpe Caschlè alle ore 16.30. In mezzo a un pascolo scopriamo una pietra piatta. È la lastra della leggendaria strega. La leggenda vuole che la pietra sia stata trasportata su un filo di ragno dall'opposto Alp Culmatsch a Caschlè. Si dice che le streghe ci abbiano danzato sopra.

Quassù soffia un vento freddo e noi siamo un po' freddi. Dall'Alp Caschlè a Bauns dobbiamo rinunciare nuovamente a circa 300 metri di altitudine. La discesa è piuttosto ripida e conduce in diversi tornanti fino allo Strembach. D'ora in poi siamo di nuovo sul Jakobsweg ufficiale. Qui ci piace molto, la primitività e la ruvidità del paesaggio ci affascinano. Lo Strem si curva come un nastro scintillante attraverso la pianura rossiccia-moresca. Gli Stremhorn con le loro cime frastagliate si innalzano davanti a noi, varie piccole cascate si riversano sulle rocce. Seguiamo lo Strem attraverso la valle incontaminata fino a raggiungere un bivio. Ora il sentiero sale a sinistra attraverso pendii erbosi e tra formazioni rocciose fino al Chrüzlipass. La salita sul sentiero stretto ma sicuro è ripida e rigorosa, ma viene premiata con una fantastica vista sulle montagne circostanti.

Siamo contenti quando finalmente arriviamo in cima. Il Chrüzlipass ha un'altitudine di 2'347 m.s.l.m. ed era originariamente un importante collegamento tra il monastero benedettino di Disentis, vecchio di 1'300 anni, e i monasteri di Einsiedeln e Engelberg. Oggi collega le città di Sedrun nel Canton Grigioni e Amsteg nel Canton Uri.

In cima al passo c'è una grande croce e innumerevoli ometti fanno la guardia. Nelle vicinanze troviamo un posto super bello per campeggiare con una vista fantastica. Sono già le 19:15 e siamo stanchi per le faticose salite e discese. Inoltre, quassù fa piuttosto freddo e c'è vento. Montiamo la tenda, cuciniamo la cena e andiamo a dormire subito dopo.

Per questa fase sono richiesti un buon passo sicuro e un certo livello di fitness. Su una lunghezza di circa 11 km siamo riusciti a superare salite di 1.316 m e discese di 418 m. Tuttavia, il meraviglioso paesaggio compensa lo sforzo.

Valutazione
0

0Non ci sono ancora commenti

Per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web utilizziamo cookie e componenti esterni come i video di Youtube e OpenStreetMap. Protezione dei dati